Una seria valutazione delle competenze permette di fare una fotografia di ciò che la persona è capace di fare, valorizzando autonomia, analisi e pensiero critico.

Certificazione delle competenze

Un mercato del lavoro sempre più frammentato e allo stesso tempo globalizzato richiede expertise che spesso non sono acquisibili tramite percorsi formativi riconosciuti.

Insieme a Peter Voelk di TUV-THURINGEN ITALIA siamo partiti dalla necessità di trovare un sistema che permettesse alle aziende di esprimere i loro bisogni, aiutandoli a declinarli in competenze precise. Ciò favorisce la costruzione di Standard Professionali e percorsi formativi ad hoc.

Abbiamo quindi ideato un modello che porta a definire, valutare e certificare ogni competenza. 

L’idea di fondo è che una competenza esprime la capacità di compiere una serie di processi che trasformano un input in un preciso output.  

Ogni processo comporta la messa in atto di saperi e abilità, descritti in situazione. Abbiamo già testato con successo questo modello in Palestina e all’interno di progetti europei. La sua flessibilità applicabilità in ogni situazione permette di:

  • Definire Standard Professionali in maniera chiara e precisa
  • Individuare indicatori e descrittori che ne permettano la valutazione
  • Creare prove di valutazione per una verifica oggettiva delle competenze esaminate
  • Ideare percorsi formativi per l’acquisizione di tali competenze

  • Applicare il modello nell’ASL

Alternanza Scuola Lavoro (ASL)

Dal 2015 la scuola italiana ha inserito nel percorso didattico delle scuole superiori una quantità di ore dedicate all’esperienza in ambito lavorativo. La formazione quindi dovrà avvenire su due canali: quello scolastico e quello aziendale.

La novità rivoluziona il modo di concepire la didattica, non più intesa come semplice erogazione di saperi ma piuttosto come momento di acquisizione di competenze.

Come ogni novità questa riforma provoca resistenze, difficoltà di attuazione, dubbi e trova impreparati scuole e docenti, che dovranno essere i principali attori del cambiamento.

Probabilmente per entrare a regime il sistema avrà bisogno di diversi anni, ma è importante che ogni scuola inizi ad orientarsi ora  in questo senso, formando i  docenti   deputati alla sua realizzazione.

Le difficoltà sono tante e uno dei problemi che emergono riguarda la valutazione delle competenze acquisite in ambito lavorativo: in che rapporto stanno con le discipline? Come si inseriscono nello scrutinio finale? Che peso hanno?

A questo proposito è stato studiato il corso

Il percorso ha lo scopo di affiancare gli insegnanti nella produzione di uno strumento operativo che li metterà in grado di:

  • Individuare le competenze da acquisire nel percorso di ASL
  • Identificare in maniera chiara gli indicatori e i descrittori per ciascuna competenza
  • Valutare le competenze e affiancare i tutor aziendali nella valutazione
  • Trasformare la valutazione del tutor scolastico e aziendale in certificazione delle competenze
  • Definire quale valore attribuire a tale certificazione in rapporto con le discipline scolastiche individuando i relativi pesi e percentuali